Privacy Policy

Il dolore al piede/caviglia

Per caviglia o tibio-tarsica si intende la regione di intersezione di 3 capi ossei: tibia, perone e astragalo. Essi si articolano e sono mantenuti insieme da un complesso sistema di stabilizzazione dinamico e statico rappresentato dai tendini e dai legamenti sia del piede che della gamba.
La caviglia (insieme con il piede) è un’ importante punto di dissipazione della forza peso e ancor più un rappresentativo organo di senso, in quanto dotato di propriocettori che analizzano e rimandano al cervello le informazioni di movimento che il proprio corpo sta compiendo istante per istante.
Essendo un’articolazione così particolarmente sensibile e dotata di un ampio raggio di movimento è spesso soggetta a stress esterni che si possono incontrare nella vita quotidiana (inciampare in una buca), durante il lavoro o durante l’attività sportiva.

DOLORE CHE NON PASSA

dolore al piede

Dolore al caviglia/piede che non passa:
La caviglia e il piede rappresentano un crocevia per disperdere e ammortizzare la forza peso e gli urti del corpo umano, essi sono allo stesso tempo soggetti a forti stress meccanici.
Questi fattori se vengono ripetuti per un lungo periodo, come nelle attività sportive o attività lavorative pesanti, potrebbero andare in sovraccarico (overload), usurandosi e andando incontro anche a possibili lesioni.
Fra le più comuni patologie possiamo trovare:

  • tendiniti
  • calcificazioni (sia tendinee che legamentose)
  • artrosi
  • borsiti
  • artrite
  • fascite plantare

si tratta di patologie da usura che portano quasi sempre: dolore, gonfiore e limitazione del movimento articolare e se non curate a dovere possono non solo compromettere l’attività sportiva ma anche la vita lavorativa e quotidiana.

 

DOLORE DOPO INFORTUNIO

Dolore alla caviglia/piededolore al piede dopo un infortunio:

Grazie alle capacità propriocettive della caviglia e del piede, siamo in grado di compiere numerosi movimenti (sia lenti che ad alta velocità ed intensità) senza guardarci continuamente i piedi.
Nonostante ciò, non sempre la caviglia è in grado di reagire prontamente a stress o forze (di reazione) esterne improvvise.
Per tali motivi vi è un’alta probabilità di andare incontro ad infortuni se si pratica uno sport; chiunque abbia mai praticato un’attività sportiva di salto, corsa o di contatto è andato sicuramente incontro ad una o più distorsioni di caviglia.

Tra gli infortuni più ricorrenti vi sono:

  • lesione del tendine d’achille
  • lesionee del legamento peroneo astragalico anteriore
  • lesione del legamento peroneo astragalico posteriore
  • lesione del legamento calcaneare
  • lesione del legamento deltoideo
  • lesione del legamento a siepe
  • distorsioni
  • fratture ossee

è indispensabile perciò sottoporsi ad un’accurata valutazione per identificare il grado di infortunio e le strutture anatomiche lesionate. In secondo luogo ma non meno importante è imprescindibile una corretta riabilitazione per il ritorno alle proprie mansione e soprattutto per evitare il rischio di recidive (la probabilità di procurarsi ancora lo stesso infortunio) e limitazioni funzionali che potrebbero compromettere le occupazioni della propria vita.

DOLORE DOPO OPERAZIONE

dolore al piede

Dolore alla caviglia/piede dopo un’operazione:
in alcune circostanze, a seguito di un infortunio in cui sono presenti fratture scomposte o lesioni complete di tendini e/o legamenti, è possibile dover far ricorso alla chirurgia per poter ancorare e bloccare le strutture danneggiate in modo tale che possano poi rigenerarsi al meglio.
Nella maggior parte dei casi, il post-chirurgico è seguito da un periodo più o meno lungo di immobilizzazione o semi-immobilizzazione con tutore o gesso.
Perciò l’intervento in sé, la ferita chirurgica e il periodo di immobilizzazione porteranno dolore, gonfiore e limitazione funzionale dell’articolazione che devono essere gestite tramite terapia e una corretta riabilitazione personalizzata ai bisogni del paziente.

DOLORE CHE NON PASSA

dolore al piede

Dolore al caviglia/piede che non passa:
La caviglia e il piede rappresentano un crocevia per disperdere e ammortizzare la forza peso e gli urti del corpo umano, essi sono allo stesso tempo soggetti a forti stress meccanici.
Questi fattori se vengono ripetuti per un lungo periodo, come nelle attività sportive o attività lavorative pesanti, potrebbero andare in sovraccarico (overload), usurandosi e andando incontro anche a possibili lesioni.
Fra le più comuni patologie possiamo trovare:

  • tendiniti
  • calcificazioni (sia tendinee che legamentose)
  • artrosi
  • borsiti
  • artrite
  • fascite plantare

si tratta di patologie da usura che portano quasi sempre: dolore, gonfiore e limitazione del movimento articolare e se non curate a dovere possono non solo compromettere l’attività sportiva ma anche la vita lavorativa e quotidiana.

 

DOLORE DOPO INFORTUNIO

dolore al piede

Dolore alla caviglia/piede dopo un infortunio:
Grazie alle capacità propriocettive della caviglia e del piede, siamo in grado di compiere numerosi movimenti (sia lenti che ad alta velocità ed intensità) senza guardarci continuamente i piedi.
Nonostante ciò, non sempre la caviglia è in grado di reagire prontamente a stress o forze (di reazione) esterne improvvise.
Per tali motivi vi è un’alta probabilità di andare incontro ad infortuni se si pratica uno sport; chiunque abbia mai praticato un’attività sportiva di salto, corsa o di contatto è andato sicuramente incontro ad una o più distorsioni di caviglia.

Tra gli infortuni più ricorrenti vi sono:

  • lesione del tendine d’achille
  • lesionee del legamento peroneo astragalico anteriore
  • lesione del legamento peroneo astragalico posteriore
  • lesione del legamento calcaneare
  • lesione del legamento deltoideo
  • lesione del legamento a siepe
  • distorsioni
  • fratture ossee

è indispensabile perciò sottoporsi ad un’accurata valutazione per identificare il grado di infortunio e le strutture anatomiche lesionate. In secondo luogo ma non meno importante è imprescindibile una corretta riabilitazione per il ritorno alle proprie mansione e soprattutto per evitare il rischio di recidive (la probabilità di procurarsi ancora lo stesso infortunio) e limitazioni funzionali che potrebbero compromettere le occupazioni della propria vita.

DOLORE DOPO OPERAZIONE

dolore al piede

Dolore alla caviglia/piede dopo un’operazione:
in alcune circostanze, a seguito di un infortunio in cui sono presenti fratture scomposte o lesioni complete di tendini e/o legamenti, è possibile dover far ricorso alla chirurgia per poter ancorare e bloccare le strutture danneggiate in modo tale che possano poi rigenerarsi al meglio.
Nella maggior parte dei casi, il post-chirurgico è seguito da un periodo più o meno lungo di immobilizzazione o semi-immobilizzazione con tutore o gesso.
Perciò l’intervento in sé, la ferita chirurgica e il periodo di immobilizzazione porteranno dolore, gonfiore e limitazione funzionale dell’articolazione che devono essere gestite tramite terapia e una corretta riabilitazione personalizzata ai bisogni del paziente.

PRENOTA IL TUO CONSULTO GRATUITO

EMAIL TELEFONO

Il libro-guida che ti fornisce un metodo per superare ildolore cronico

Inserisci nome ed email per scaricare le prime pagine

Buona lettura!