Privacy Policy

Il dolore al collo

il collo è un segmento che risente molto spesso di posizioni viziate e protratte nel tempo, tipiche della postura seduta, alla guida o in ufficio.
Inoltre è spesso esposto a traumi sportivi, stradali e lavorativi che possono favorire alterazioni delle strutture anatomiche (vertebre, muscoli ecc..) oppure comprometterne la loro corretta funzione.
La conseguenza più diretta è la formazione di stati infiammatori con comparsa di dolore che se non trattato adeguatamente e tempestivamente potrebbe andare incontro a cronicizzazione con ripercussioni importanti sulla propria vita quotidiana.

DOLORE CHE NON PASSA

dolore_collo_cronico
Dolore al collo che non passa:
il collo è un segmento che risente molto spesso di posizioni viziate e protratte nel tempo, tipiche della postura seduta, alla guida o in ufficio.
Inoltre è spesso esposto a traumi sportivi, stradali e lavorativi che possono favorire alterazioni delle strutture anatomiche (vertebre, muscoli ecc..) oppure comprometterne la loro corretta funzione.
La conseguenza più diretta è la formazione di stati infiammatori con comparsa di dolore che se non trattato adeguatamente e tempestivamente potrebbe andare incontro a cronicizzazione con ripercussioni importanti sulla propria vita quotidiana.

 

DOLORE DOPO INFORTUNIO

dolore_infortunio_collo

Dolore al collo dopo un infortunio:
nel caso in cui il dolore al collo sia presente da più di 4-6 settimane senza un apparente causa traumatica, è indispensabile rivolgersi ad una figura professionale esperta per individuare le cause della persistenza del dolore e correggerle prima che il dolore diventi cronico o richieda un’ intervento chirurgico.

Alcune delle più comuni possono essere:

  • disequilibrio posturale

  • posture viziate e ricorrenti (come una seduta sbagliata in macchina o in ufficio)

  • overuse (gesti ripetuti e ricorrenti che portano le strutture a lesionarsi)

  • arto dominante (l’utilizzo dell’arto dominante può portare problematiche cervicali)

  • disfunzione temporo-mandibolare

  • stress (studi clinici hanno confermato il coinvolgimento delle strutture cervicali nei processi di stress per la presenza maggiore di fibre nervose che lo attraversano)

  • disturbi gastrici

  • modificazioni della vista

  • ernie cervicali

  • artrosi cervicale

  • tumori

DOLORE DOPO OPERAZIONE

Dolore al collo dopo un’operazione:
in conseguenza di ernie discali o traumi maggiori al distretto cervicale, può essere necessario un intervento chirurgico al quale seguirà un periodo più o meno lungo di immobilizzazione (a seconda del tipo di intervento) della zona trattata, a cui seguirà un percorso di riabilitazione.

Le principali operazioni chirurgiche possono essere richieste per:

  • dolore discogeno

  • blocco faccette articolari

  • compressione di un nervo del rachide cervicale

  • ernia discale cervicale

  • radicolopatie

  • compressione del midollo spinale a livello cervicale

  • decompressione del canale rachideo cervicale

  • ipermobilità cervicale

in ogni singolo caso è richiesto un fase post-operatoria di riabilitazione personalizzata alle vostre caratteristiche e ai vostri bisogni per assicurarsi un recupero ottimale del movimento articolare e della forza muscolare.

DOLORE CHE NON PASSA


dolore_collo_cronicoDolore al c
ollo che non passa:
l collo è un segmento che risente molto spesso di posizioni viziate e protratte nel tempo, tipiche della postura seduta, alla guida o in ufficio.
Inoltre è spesso esposto a traumi sportivi, stradali e lavorativi che possono favorire alterazioni delle strutture anatomiche (vertebre, muscoli ecc..) oppure comprometterne la loro corretta funzione.
La conseguenza più diretta è la formazione di stati infiammatori con comparsa di dolore che se non trattato adeguatamente e tempestivamente potrebbe andare incontro a cronicizzazione con ripercussioni importanti sulla propria vita quotidiana.

 

DOLORE DOPO INFORTUNIO

dolore_infortunio_collo

Dolore al collo dopo un infortunio:
nel caso in cui il dolore al collo sia presente da più di 4-6 settimane senza un apparente causa traumatica, è indispensabile rivolgersi ad una figura professionale esperta per individuare le cause della persistenza del dolore e correggerle prima che il dolore diventi cronico o richieda un’ intervento chirurgico.

Alcune delle più comuni possono essere:

  • disequilibrio posturale

  • posture viziate e ricorrenti (come una seduta sbagliata in macchina o in ufficio)

  • overuse (gesti ripetuti e ricorrenti che portano le strutture a lesionarsi)

  • arto dominante (l’utilizzo dell’arto dominante può portare problematiche cervicali)

  • disfunzione temporo-mandibolare

  • stress (studi clinici hanno confermato il coinvolgimento delle strutture cervicali nei processi di stress per la presenza maggiore di fibre nervose che lo attraversano)

  • disturbi gastrici

  • modificazioni della vista

  • ernie cervicali

  • artrosi cervicale

  • tumori

DOLORE DOPO OPERAZIONE

Dolore al collo dopo un’operazione:
in conseguenza di ernie discali o traumi maggiori al distretto cervicale, può essere necessario un intervento chirurgico al quale seguirà un periodo più o meno lungo di immobilizzazione (a seconda del tipo di intervento) della zona trattata, a cui seguirà un percorso di riabilitazione.

Le principali operazioni chirurgiche possono essere richieste per:

  • dolore discogeno

  • blocco faccette articolari

  • compressione di un nervo del rachide cervicale

  • ernia discale cervicale

  • radicolopatie

  • compressione del midollo spinale a livello cervicale

  • decompressione del canale rachideo cervicale

  • ipermobilità cervicale

in ogni singolo caso è richiesto un fase post-operatoria di riabilitazione personalizzata alle vostre caratteristiche e ai vostri bisogni per assicurarsi un recupero ottimale del movimento articolare e della forza muscolare.

PRENOTA IL TUO CONSULTO GRATUITO

EMAIL TELEFONO

 

Il libro-guida che ti fornisce un metodo per superare ildolore cronico

Inserisci nome ed email per scaricare le prime pagine

Buona lettura!